Le nuove regole del codice degli appalti

LA “RIFORMA DEL NUOVO CODICE APPALTI” IN CONCOMITANZA CON IL CORSO GARE & APPALTI DEL 7-8-9 APRILE A ROMA TARGATO FACTORY SCHOOL

Nella seduta dello scorso giovedì 3 marzo il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo che riforma il settore degli appalti pubblici.

Come previsto dalla legge delega del 28 gennaio 2016, n. 11, approvata dalle Camere il 14 gennaio 2016, il Governo recepisce in un unico decreto le direttive appalti pubblici e concessioni e riordina la disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture e contratti di concessione.

Dopo l’approvazione del Consiglio dei Ministri servono 45 giorni per i pareri del Consiglio di Stato, della Conferenza Stato-Regioni e delle commissioni parlamentari competenti (con due pareri distinti), per la bollinatura e la firma del Capo dello Stato.

Il traguardo finale, in ogni caso, con l’ultimo via libera del Governo, è atteso per il 18 aprile 2016, data di scadenza della delega e del recepimento delle direttive UE del 2014.

In realtà, la riforma non si chiuderà ad aprile. E’ previsto infatti che entro LUGLIO 2016 il Governo adotti un nuovo (secondo) decreto legislativo SOSTITUTIVO dell’attuale Codice Appalti D.Lgs. 163/2006.

Il corso Factory School del 7-8-9 APRILE 2016, con il proprio corpo docente, affronterà in dettaglio la Riforma, spiegando che cosa in concreto ed a livello operativo è destinato a cambiare nella fase di partecipazione alle gare d’appalto (c.d. dell’evidenza pubblica).

E’ un’occasione formativa e di studio della disciplina appalti importante in quanto si svolge in concomitanza con l’entrata in vigore delle Riforma.